default logo
hader-churve

La storia del cuneese Bramardi0

Vi siete mai chiesti come è nato il nostro Cuneese? Per conoscere le origini di uno dei nostri prodotti più celebri dobbiamo tornare indietro nel tempo, precisamente alla fine degli anni ‘40 del ‘900.

È proprio in questo periodo che Giovanni Bramardi  apre la sua prima pasticceria a Cervasca, in provincia di Cuneo. Dopo anni passati a formarsi a Parigi, il giovane pasticciere decide finalmente di dar vita a una propria attività nella sua terra natia e diventa subito apprezzato nella zona.

Secondo una ricetta originaria della zona, il signor Bramardi inizia a produrre i “Cuneesi al rum”, tipico cioccolatino del cuneese a base di crema amalgamata con il rum.

Rispetto alla ricetta originale, però, Giovanni decide di apporre un modifica: vengono infatti eliminate le cialdine di meringa presenti all’interno del prodotto secondo la ricetta della tradizione. Questo permette una maggiore conservazione del cuneese e la possibilità di trasportarlo a maggiori distanze, senza per nulla alterarne la qualità e soprattutto la bontà .

È stato insomma  grazie a questa idea che ora possiamo condividere un prodotto tradizionale e d’eccellenza con il resto del mondo!

Cuneese al rum

I cuneesi con oltre 20 ripieni diversi, tutti preparati con metodo artigianale e con tanta passione

In seguito gli sforzi e l’inventiva del signor Bramardi sono stati premiati dal notevole successo riscontrato, che gli ha permesso di espandere la propria attività e di dar vita a una ricca linea di cuneesi con oltre 20 ripieni diversi, tutti preparati con metodo artigianale e con tanta passione.

L’attività è poi passata all’attuale proprietario Franco Beccaria, che con la stessa dedizione mantiene alto il nome e la qualità del cuneese Bramardi.

E ora che sapete la nostra storia non vi resta che provare di persona questo straordinario prodotto, che nel mondo fa si che Cuneo abbia un posto particolare nel cuore di molti golosi!